Home » Benessere » TBC pure a Palermo, test sul personale del policlinico "Giaccone"

TBC pure a Palermo, test sul personale del policlinico "Giaccone"

L’allarme TBC non si arresta e, dopo Roma e Torino, ora approda anche nel capoluogo siciliano. Non si parla di allarme per una malattia mortale, in quanto la Tubercolosi è molto gestibile ai nostri giorni, ma di un allarme legato a una diffusione del contagio che pare inarrestabile e che comunque mette in discussione le condizioni di sicurezza di molti centri ospedalieri italiani.

A Palermo, il caso riguarda una biologa del policlinico “Paolo Giaccone” e la conferma della malattia è stata data dall’ospedale “Cervello”. La biologa malata è già stata sospesa dal servizio ed è già in terapia, che dovrà seguire per i prossimi sei mesi. Si tratta adesso di scoprire se la donna abbia contratto la TBC sul luogo di lavoro, e dunque in ospedale, oppure altrove … indagine portata avanti dalla Asp locale.

Per sicurezza, tuttavia, sono stati disposti test su tutto il personale del “Giaccone”, ma non sui pazienti dato che la biologa non presta servizio fuori dal laboratorio analisi. In ogni caso non si parla di epidemia perchè la fonte di contagio potrebbe essere arrivata da qualche campione di laboratorio che la donna stava analizzando e dunque essere circoscritta ad un solo elemento. Saranno i risultati dei test a verificarlo. Dal “Giaccone” intanto tranquillizzano: anche se si trattasse di un caso di contagio tramite via aerea, ribadiamo che la TBC oggi è una malattia che si combatte e si vince e si può prevenire facilmente, seguendo alcune semplici regole igieniche.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché le diete esagerate fanno male

Gli americani le chiamano “Crash Diet” e sono quelle diete super ferree, super intensive, che ...

Condividi con un amico