Home » Benessere » Psicologia. Come dare al bambino una brutta notizia

Psicologia. Come dare al bambino una brutta notizia

Può essere la perdita del giochino preferito, la morte del gattino, la separazione di mamma e papà o la scomparsa del nonno. Le cattive notizie, già pesantissime per gli adulti, per i bambini sono due volte più dure da accettare. Così come è dura, per i grandi, informarli quando accadono.

Ecco come fare per affrontare un problema inevitabile e una sofferenza che fa star male anche chi deve portare tali notizie. Tanto per cominciare dite loro sempre la verità. In modo dolce ma diretto, poche parole ma facili da capire. In secondo luogo mettetevi subito nei loro panni, rassicurandoli che voi sapete bene come si sentono in quel momento e cominciate a spiegare le eventuali conseguenze del fatto appena accaduto (“Ti sentirai triste per un po’, se vorrai piangere piangi pure”).

Non fate mai mancare loro il vostro sostegno. Abbracciateli, tranquillizzateli che tutto passerà e che voi siete al loro fianco per aiutarli a superare quel momentaccio. Lasciate che il bambino esprima liberamente le sue emozioni, sia quelle più immediate che quelle che si presenteranno nel tempo. Nei casi più difficili assicuratevi di aver sempre accanto uno psicologo o comunque una persona abituata a trattare con i bambini, ma ricordatevi che, in quanto genitori, voi siete la figura più importante per loro e che dovrete sempre essere presenti in prima persona durante il periodo di sconvolgimento che il piccolo dovrà affrontare.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: sta per scadere la proroga

Il Ministero della Salute ha voluto chiudere tutti e due gli occhi, dopo il primo ...

Condividi con un amico