Home » Benessere » Cefalea. Da quella "a grappolo" a quella "da eccitazione"

Cefalea. Da quella "a grappolo" a quella "da eccitazione"

La cefalea, ovvero il classico mal di testa, è uno dei disturbi più comuni nel mondo. Prima o poi tocca tutti ed è considerato talmente banale che spesso si tende a curarlo da soli, magari scambiandosi i medicinali … pratica a prescindere da tutto SBAGLIATISSIMA! Ma la cefalea va conosciuta bene prima di affrontarla. Non è sempre uguale.

Questa infiammazione che colpisce i nervi del cranio si può distinguere in: cefalea “a grappolo”, caratterizzata da dolori sparsi (occhio, mandibola, fronte, tempia) che coinvolge principalmente un lato della testa e uno dei due occhi; cefalea “tensiva”, dal dolore moderato che però copre entrambi i lati della testa; cefalea “emicrania”, che interessa la metà superiore (destra o sinistra) del cranio e comporta dolori pulsanti e molto violenti. In alcuni casi cronici le cefalee possono essere molto invalidanti, costringendo le persone a letto anche per giorni.

Non ci sono cure vere e proprie, soltanto terapie per alleggerire i sintomi. Di solito tendono a colpire le donne più degli uomini ma ultimamente si sta puntando a conoscere un fenomeno “nuovo” relativo a un tipo di cefalea tutta maschile. Si manifesta durante o subito dopo un rapporto sessuale ed è talmente violenta che la persona si spaventa, credendo di essere vittima di ictus, e si lascia prendere dal panico. Si tratta in realtà di una reazione mista, emotiva e pressoria, legata al fatto che l’eccitazione sessuale sballa la pressione sanguigna … e legata anche al fatto che si sta facendo qualcosa di sbagliato. Infatti questo disturbo si manifesta spesso negli uomini che tradiscono.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico