Home » Benessere » Dagli USA, il cerotto che "ricostruisce" le vene

Dagli USA, il cerotto che "ricostruisce" le vene

E’ la regola di base di qualsiasi ferita … sia essa da taglio, da strappo muscolare o da frattura ossea: la guarigione dipende innanzi tutto dalla buona irrorazione e dunque dalla nutrizione delle cellule che dovranno lavorare per riparare il danno.

Basandosi su questo, la facoltà di Ingegneria Biomolecolare dell’Università dell’Illinois (USA) ha studiato la produzione di una benda speciale che, se applicata sulla ferita, rilascia gradualmente – attraverso un gel – cellule vive capaci di azionare, in modo mirato, degli ‘stimoli di ricrescita’ sui vasi sanguigni. Il gel in questione è formato da due sostanze molto comuni, in farmacia, glicole polietilenico e alginato metacrilico che, se applicate a una parte del corpo lacerata, riescono a riformare i vasi interrotti e dunque la circolazione.

Esami eseguiti su embrioni di pollo e altre cavie hanno dimostrato fattivamente tutto questo e ora si attende la pubblicazione dei risultati (in gennaio su “Advanced Materials”) e la sperimentazione sull’uomo per poter parlare finalmente di una nuova cura per le ferite, che probabilmente lascerà molti meno segni visibili di una “ricucitura” tradizionale. Ma la ricostruzione dei vasi può essere usata anche per altri scopi: crescita di una nuova arteria intorno a quella ostruita, vascolarizzazione di tessuti, controllo della circolazione nei casi di tumore e così via. L’idea che tutto ciò potrebbe rientrare nello spessore di un piccolo cerotto è, tra le novità, la più interessante.

admin

x

Guarda anche

Abitudini alimentari sbagliate: raddoppiato rischio carie tra piccoli

Abitudini alimentari sbagliate raddoppiano il rischio di carie tra i più piccoli. L’allarme arriva da ...

Condividi con un amico