Home » Benessere » Morire … per Gioco.

Morire … per Gioco.

Sono un esercito di circa 800.000 persone, in maggioranza uomini, single e di età compresa tra i 18 e i 65 anni. E sono tutti malati, affetti da un disturbo che in passato era classificato come “vizio morale” e affidato alle preghiere del parroco… ma oggi è una vera patologia: il gioco d’azzardo!

Incoraggiato dalle lotterie legalmente riconosciute dallo stato, dalle scommesse sportive e dalla crisi galoppante, il numero dei giocatori accaniti cresce di anno in anno con ritmi preoccupanti. Il desiderio di rincorrere la fortuna e di raddoppiare il piccolo premio vinto per caso spinge migliaia di persone a spendere ogni centesimo dei soldi che hanno in casa nel gioco, col risultato che spesso tutto ciò sfoci nella depressione, nella disperazione e nel suicidio.

La dipendenza da gioco è una vera malattia mentale e da alcuni anni riconosciuta e curata come tale, ma soltanto pochi centri Asl e Sert se ne occupano davvero e seriamente. Il problema è che il fenomeno è ancora troppo vasto e poco conosciuto, perchè questi giocatori non sono solo quelli che entrano ed escono dalle sale Bingo, ma anche persone che da casa -via internet- spendono tutto in match di Poker, Burraco e scommesse a distanza … quindi non controllabili. Gli psichiatri che si stanno approcciando a questa patologia vanno coi piedi di piombo: iniziano morbidamente, senza scoraggiare il giocatore, ma magari invitandolo solo a scommettere leggermente di meno. Poi magari a discutere delle proprie angosce. Infine coinvolgendo i familiari perchè aiutino la persona nel percorso di recupero. Una strada lunga ma da cominciare a conoscere il più presto possibile, per salvare vite umane.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico