Home » Benessere » Ipertensione: la cannella è un buon rimedio?

Ipertensione: la cannella è un buon rimedio?

La cannella è una pianta della specie Lauracee e viene dall’Asia dove è presente in diverse tipologie, la più comune delle quali è la Cinnamomum Verum. Ha una storia antica, infatti era conosciuta e usata ai tempi dei Greci e dei Romani e viene citata nella Bibbia (libro dell’Esodo), come pianta medicinale.

In effetti, la medicina cinese la usa per curare reni, milza, dolori lombari e mestruazioni dolorose o irregolari. Nel mondo occidentale è molto usata nell’industria alimentare, specialmente dolciaria, ma le sue proprietà curative vengono comunque riconosciute: è davvero un ottimo antibatterico, valido contro virus intestinali, funghi, la candida. E’ usata per prevenire i sintomi influenzali e per abbassare la glicemia, grazie ai polifenoli che contiene.

I medici tuttavia vanno cauti soprattutto su questo ultimo punto. Non tutti i tipi di cannella aiutano ad abbassare la pressione arteriosa, lo fa solo la specie Cinnamomum Cassia e solo su alcuni risultati di test effettuati. Certo, i dati ottenuti sono molto incoraggianti e dimostrano che effettivamente c’è un controllo della pressione tramite la cannella ma –dice il dottor Suozzi dell’Accademia di Fitomedicina di Roma – andrebbe usata solo come supporto alimentare ad una cura già stabilita, MAI come anti-ipertensivo puro. Ed è sempre meglio consigliarsi col proprio medico curante, prima di prendere qualsiasi decisione in merito

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico