Home » Benessere » Quando il sesso fa paura

Quando il sesso fa paura

L’asessualità, o avversione sessuale, è definita come la mancanza di desiderio sessuale associato a un’altra persona di sesso opposto o dello stesso sesso. Un disturbo curabile che si basa su una sensazione di non interesse ma che, se coltivato o se gestito male, può sfociare in sessuofobia, il terrore di tutto ciò che riguarda l’atto sessuale.

Quando il sesso fa paura c’è sempre di mezzo un disturbo mentale abbastanza grave. Perchè il sesso, oltre ad essere di per sé piacevole, è lo strumento della trasmissione della specie e l’uomo dovrebbe essere attirato verso di esso, non lontano da esso. Invece esistono persone che hanno poca attrazione, o addirittura paura, del sesso. Si tratta di paure generate da traumi (violenze, abusi), educazione e religione. Soprattutto per quanto riguarda le donne, era importante in passato … ma anche attualmente … proteggerle fin da piccole contro qualunque cosa potesse stravolgere il loro ruolo di “madre della specie”.

L’educazione che limita la libido, o che la soffoca (come in molte religioni), non fa altro che andare contro l’istinto il quale a volte si ribella e genera così disturbi mentali poi difficili da eliminare. La terapia migliore è affidata agli psicologi e ai sessuologi, i quali a volte la trattano con farmaci… ma non sempre, per non creare assuefazione. Solo queste persone competenti in materia possono trattare un disturbo che comunque varia, anche nel modo e nella forma, da soggetto a soggetto. Bisogna ricordare che dietro la sessualità c’è la mente di un individuo, prima del suo corpo. E tramite questa si può recuperare ciò che blocca il secondo.

admin

x

Guarda anche

Quando per farsi accettare ci si stressa a morte

Essere bravi come il fratello maggiore, essere moderni come l’amica, essere pronti a ubriacarsi come ...

Condividi con un amico