Home » Benessere » Contraccezione maschile tramite ultrasuoni

Contraccezione maschile tramite ultrasuoni

Ogni tanto tocca a loro, ai maschi cioè, prendersi la briga di assicurare rapporti protetti alle proprie compagne. Potrebbero farlo molto più spesso, ma il fastidio di usare i preservativi li spinge a rinunciare e a giocare “col fuoco” del rischio, in tutti i sensi.

Una novità potrebbe arrivare, nel prossimo futuro, dagli Stati Uniti dove al momento si sta sperimentando sui topi un nuovo metodo di contraccezione. Se funzionerà anche sull’uomo, sarà un perfetto sostituto della “pillola” femminile e del preservativo, in quanto bloccherebbe la fertilità degli spermatozoi. All’Università del North Carolina giurano che funziona, e che tramite gli ultrasuoni si possono bombardare gli spermatozoi fino a ridurli di quantità così che siano troppo pochi per la “corsa” alla fecondazione. Una novità certamente da studiare, per assicurare l’assenza di pericoli collaterali. Ad esempio, è sicuro che riducendo gli spermatozoi non ci sia proprio nessuna chance di fecondazione? E poi, agendo sulla fertilità maschile in parte, non si rischia di comprometterla per sempre?

admin

x

Guarda anche

Oggetti erotici, rischio altissimo soprattutto per le donne

Sorpresa… le ragazze italiane lo fanno spesso. E lo fanno da sole, e molto volentieri! ...

Condividi con un amico