Home » Benessere » Pericolo Ictus per i pessimisti

Pericolo Ictus per i pessimisti

Il congresso dell’American Stroke Association in corso a New Orleans (USA) non lascia scampo: chi vede il bicchiere mezzo vuoto rischia seriamente l’ictus!

Il carattere di ogni individuo umano è regolato da parametri ben precisi che, per essere perfetti, devono essere moderati e tutti in armonia tra loro: estroversione-introversione, gradevolezza-sgradevolezza, coscienziosità- negligenza, nevroticismo-stabilità emotiva, apertura mentale-chiusura mentale. Chi eccede nell’uno o nell’altro senso finisce inevitabilmente per avere problemi, anche se di diverso tipo. Per chi eccede nel pessimismo e nell’introversione e chiusura al mondo, il rischio si chiama ictus.

Cause principali, naturalmente, l’ansia e la depressione. Chi vede tutto negativo, chi ha paura di affrontare il mondo si sente sempre minacciato da pericoli di ogni genere. Il corpo si difende dal pericolo mettendosi in preallarme, ed ecco quindi l’insorgere dell’ansia. D’altra parte, l’impossibilità di fare molte cose a causa dell’ansia crea insoddisfazione e depressione. Entrambe le cose influenzano il funzionamento dell’organismo perchè ci rendono più vulnerabili alle malattie e perchè sballano il ritmo normale della circolazione sanguigna. Naturalmente poi entrano in gioco la pressione alta, gli scompensi a livello cardiaco (extrasistole, ecc.) e il consumo di farmaci. Tutti elementi che possono renderci deboli ed esposti a problemi gravi come l’ictus.
La teoria è stata dimostrata con uno studio su oltre 1000 soggetti ansiosi. Deve ancora essere verificata da altri test, ma ha le premesse giuste per lanciare un avvertimento alle persone tristi e negative.

admin

x

Guarda anche

Guarire grazie a Instagram. La storia di Emelle

Emelle Lewis è una giovane donna di 22 anni, di Huddersfield, in Gran Bretagna. Il ...

Condividi con un amico