Home » Benessere » Inquinamento: la macchina, una trappola di smog

Inquinamento: la macchina, una trappola di smog

Vi trovate nel bel mezzo del Raccordo Anulare romano? O al centro di Milano? O in coda sull’autostrada? Per proteggervi dal forte inquinamento, sicuramente tanti di voi pensano bene di chiudersi in macchina e tirare su i finestrini, non sapendo che forse così fate più danno che altro.

Nell’abitacolo dell’auto, infatti, si concentra un’alta percentuale di biossido di azoto, che si infiltra tramite le prese d’aria, vicine agli scarichi esterni. Non ce ne accorgiamo subito perchè non ne percepiamo l’odore o la pesantezza, ma i nostri polmoni lo inalano continuamente. Lo certifica l’ente per il controllo dell’inquinamento dell’Ile-de-France (Francia), dopo aver analizzato diversi mezzi di trasporto dell’area di Parigi.

Dopo un viaggio di 45 minuti, senza condizioni particolari (file, gallerie, ecc.), i livelli di biossido di azoto misurati, anche di prima mattina, erano di 190 μg/m3, quindi la quantità aumenta con l’aggiungersi di altri fattori: tipo di strada percorsa, tempo di percorrenza, tempo in galleria, tempo in mezzo al traffico e così via. In Francia si sta analizzando il fenomeno con attenzione, anche tramite questionari, per informare le persone e cercare insieme un rimedio.

admin

x

Guarda anche

Mente e corpo: vive più a lungo chi ha “carattere”

TESTARDI E DETERMINATI, ecco come sono i soggetti che campano cent’anni! Lo rivela uno studio ...

Condividi con un amico