Home » Benessere » Mamme "sprint" più stressate dei mariti

Mamme "sprint" più stressate dei mariti

Lo rivela uno studio americano condotto presso la Michigan State University che ha seguito per un determinato periodo la vita di 368 donne e delle loro famiglie. Quelle che avevano un lavoro fuori di casa subivano, mentalmente e fisicamente, il peso di uno stress non indifferente, superiore anche a quello dei mariti.

Tecnicamente si chiama “multitasking”, ovvero svolgere molti compiti insieme: ufficio, faccende, seguire i bambini, sistemare la casa … . Un insieme di ruoli che già di per sé stresserebbe chiunque, in più, nel tentare di seguire tutte cose insieme si perde molto tempo prezioso a pensare, a ricordarsi cosa si doveva fare, e dunque la giornata si allunga e il risultato è che non si porta a termine tutto. Conseguenze di tutto questo sono depressione, senso di colpa o di inadeguatezza e dunque donne sempre più disturbate, man mano che passano gli anni. E tuttavia, queste “donne in carriera” così stressate dichiarano di essere soddisfatte e felici della propria vita, cosa che invece non fanno (o fanno di meno) le casalinghe. L’Università del Nord Carolina, sempre in USA, ha seguito per un decennio 1.364 donne di 9 diverse aree, rilevando questa differenza di base tra le lavoratrici esterne e le casalinghe. Le donne che lavorano in casa lamentano più che altro l’isolamento, il sentirsi poco adeguate al mondo di fuori che cambia rapidamente.

La soluzione allo stress delle donne è quella ripetuta tante volte. Sostegno continuo! Da parte di familiari e amici, da parte di istituzioni statali ma soprattutto da parte dei mariti. Gli uomini, infatti, sono più collaborativi oggi che non 50 anni fa… ma ancora intervengono poco, e solo se vedono la moglie crollare di fatica. Sarebbe il caso che cominciassero a “offrire i propri servigi” in tempi non sospetti, anche -e soprattutto- quando lei è rilassata.

admin

x

Guarda anche

Ansia: ecco come la combattono gli psicologi

Alcuni studiosi americani dell’Università di Washington hanno analizzato l’ansia da un punto di vista totalmente ...

Condividi con un amico