Home » Benessere » Batteri: a miliardi nei bagni pubblici

Batteri: a miliardi nei bagni pubblici

E’ il gesto più consueto, che facciamo tutti dopo aver usato un bagno pubblico: ci laviamo le mani o le puliamo con le salviettine. Non pensiamo però che oltre alla zona wc la carenza di igiene si ha un po’ dappertutto, nell’ambiente del bagno.

Due ricercatori del Colorado (USA) hanno analizzato 12 bagni pubblici, sia maschili che femminili, per capire da dove venissero i batteri. Ebbene, c’era solo l’imbarazzo della scelta. Batteri delle urine, della terra, della pelle, intestinali … oltre a germi di tutti i tipi. Si parla di MILIARDI e non si annidano solo nella tazza del gabinetto, ma sulle maniglie delle porte, sui pavimenti, sui rubinetti, sulla carta igienica (dove c’è!!).
Il pericolo è contrarre malattie come infezioni intestinali o all’apparato genitale e l’unica soluzione per evitarlo è prendere massime precauzioni igieniche: lavarsi le mani solo DOPO essere usciti dall’edificio bagno, disinfettarle per bene se possibile e, una volta a casa, provvedere anche ad una accurata igiene intima.

admin

x

Guarda anche

La misteriosa “asma dei calciatori”

Allarme! In Inghilterra, un giocatore di calcio su tre soffre di asma! Che sta succedendo ...

Condividi con un amico