Home » Benessere » In Italia, scoperto nuovo "trucco" del virus HIV

In Italia, scoperto nuovo "trucco" del virus HIV

Il virus HIV corre veloce. Si tramuta e cambia sotto gli occhi dei ricercatori ad una velocità tale che rende difficile il loro “inseguimento” e la soluzione definitiva della battaglia contro l’AIDS. Ma di recente, anche i ricercatori hanno imparato a stargli dietro e a prevenire certe sue mosse, scoprendone i mutamenti in tempo.

Ultimamente è accaduto in Italia, grazie ai dottori Fabio Bignami e Elisabetta Pilotti e alle squadre coordinate del San Raffaele di Milano e degli atenei di Parma, Modena e Reggio Emilia. Il lavoro dei nostri ricercatori ha potuto scoprire l’ennesimo “trucco” usato dal virus per sfuggire agli attacchi degli anticorpi. In pratica, l’HIV lascia un segno di riconoscimento su tutte le cellule, sia quelle che riesce a infettare che quelle che sfiora appena e che rimangono sane. Questo “marchio” gli servirà quando dovrà alterare la qualità e il comportamento di piccole molecole di RNA chiamate “micro-RNA”, o “miRNA, e tornerà a farlo sia nelle cellule infette che in quelle sane “marchiate” dal suo passaggio.

Una scoperta, questa, che permetterà di reindirizzare la ricerca di un metodo per fermare questo virus, adesso che si sa meglio come si muove e come si organizza dentro il corpo umano. Lo studio italiano aiuterà a capire non solo l’evoluzione dell’AIDS secondo questi nuovi parametri ma anche il modo di evolversi di altre malattie infettive e potrà suggerire nuovi metodi di vaccinazione e di contrasto di questi tipi di virus mutanti.

admin

x

Guarda anche

Gravidanza: pressione alta e rischio sovrappeso per il bebè

La pressione alta in gravidanza può esporre il nascituro al rischio sovrappeso. A sostenerlo è ...

Condividi con un amico