Home » Benessere » Psoriasi: il disagio e la depressione

Psoriasi: il disagio e la depressione

Cominciamo col dire che la Psoriasi NON E’ CONTAGIOSA!
Lo diciamo a caratteri cubitali, gridandolo dal web, perchè la convinzione diffusa che si possa “attaccare tramite contatto” sta rovinando la vita a tanti malati che, altrimenti, vivrebbero con meno disagio il loro problema.

La Psoriasi è una malattia curabile ed ereditaria, sicuramente e altamente fastidiosa. Si manifesta con pruriti e bruciori della pelle, con chiazze o con croste e comporta effetti collaterali anche con dolori alle ossa o alle articolazioni. Chi la subisce sa che dovrà conviverci tutta la vita e che le terapie sono lunghe, spesso costose e non sempre rimborsabili, e riescono soltanto a indebolirne l’attacco, ma non a sconfiggerlo. A tutto questo, già fonte di preoccupazione, si aggiunge anche la diffidenza degli estranei che temono il contatto con queste persone … facendo sì che i casi di depressione tra i malati di Psoriasi è in forte aumento.

La conseguenza è la crisi, l’interruzione della terapia o la ricerca di metodi alternativi e spesso truffaldini (perfino il ricorso ai “maghi”) che illudono ma non curano affatto. Gli studi e la ricerca per una soluzione definitiva a questa malattia sono sempre in corso, e ogni giorno si sente qualche buona novità che però ha bisogno di tempo per essere testata e convalidata. Ai malati di Psoriasi si domanda una grandissima pazienza e ancora fiducia nella scienza. Nel frattempo si domanda a chi sta loro intorno un minimo di aiuto solidale. Basta un sorriso, un abbraccio, una stretta di mano … anche se la mano presenta chiazze sulla pelle.

admin

x

Guarda anche

Ecco come pensare alla salute della pelle

Ne parliamo spesso, bisogna avere cura della salute della pelle. E’ l’estensione cellulare più grande ...

Condividi con un amico