Home » Benessere » Isteria da Facebook: le donne "cancellano" di più

Isteria da Facebook: le donne "cancellano" di più

Sorpresa! Aprite un giorno il vostro Facebook e trovate 74 amici invece di 76. Qualcuno vi ha cancellato nottetempo per qualcosa che avete scritto o replicato. E se controllate e fate una statistica vedrete che quelli che vi eliminano di più sono giovani di ambo i sessi (18-30 anni) oppure donne di qualsiasi età.

La “isteria da Facebook” è quell’attacco di odio improvviso che colpisce qualcuno quando l’altra persona istiga, provoca o semplicemente critica il modo di condurre la pagina del noto social network. Immediatamente la persona in questione viene eliminata dai contatti, o come si dice in gergo “dagli amici”. E questo succede sia per fatti gravi (offese, insulti, intrusione non richiesta nella vita altrui) che per banalità incredibili (come un innocuo sfottò sulla squadra di calcio locale).

L’offesa facile, sui social network, è un fenomeno psicologico interessante ed è dato proprio dal termine “amico” che invita il cervello a pensare a quella persona contattata come -appunto- un conoscente di vecchia data. Uno sgarbo subito dal primo che passa si può anche superare, ma se è “l’amico” che tradisce il peccato è dieci volte più grave! Ma perchè sono principalmente giovani e donne a subire questa irrefrenabile “isteria”? Nei giovani, il problema è l’istinto. Si lasciano prendere dall’emozione del momento e prima di ragionare agiscono. Le donne hanno il problema dell’emotività e tendono a ingigantire qualsiasi cosa in base a come viene recepita dalla loro sensibilità. Dunque sappiate moderare i vostri interventi, se volete tenervi stretti gli amici giovani e di sesso femminile. O se no, rifugiatevi in un bel gruppo di tranquilli uomini sessantenni.

admin

x

Guarda anche

Guarire grazie a Instagram. La storia di Emelle

Emelle Lewis è una giovane donna di 22 anni, di Huddersfield, in Gran Bretagna. Il ...

Condividi con un amico