Home » Benessere » Infiammazioni croniche intestinali: un problema che isola

Infiammazioni croniche intestinali: un problema che isola

Sono in aumento, e sempre più tra le persone giovani, le infiammazioni croniche intestinali. Morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, coliti varie … sono tutti disturbi di cui non si sanno le cause ma che si registrano in numero sempre crescente, forse a causa dell’inquinamento e dell’uso di sostanze chimiche nel cibo.

Malattie che oltre ad avere ripercussioni pesanti sul corpo (dolori, diarrea frequente, disidratazione, dimagrimento) hanno anche conseguenze gravi per la vita delle persone che le subiscono al punto che molti si isolano dal mondo. Si calcola che siano circa 200.000 in Italia e più di cinque milioni nel mondo e, sebbene con le adeguate cure riescano a vivere una vita normale, parecchi rinunciano, col tempo a relazioni sentimentali, amicali e lavorative.
Il dover sempre ricorrere al bagno, il poter mangiare solo determinate pietanze, la paura per le infezioni porta a rinunciare a vacanze, serate con gli amici, appuntamenti galanti… ma anche a viaggi di lavoro, riunioni, conferenze e svaghi come il teatro e il cinema. L’esclusione dalla vita sociale aggiunge la depressione e l’ansia ai disturbi già portati da queste malattie e rischia di diventare un problema ancora più grave. L’informazione preventiva è un buon metodo per sensibilizzare l’opinione pubblica su queste infiammazioni e aiutare queste persone a sentirsi meno sole.

admin

x

Guarda anche

Cenone di Natale: attenzione ai cibi a rischio allergie

Dalla frutta secca ed esotica, ai crostacei, ai pesci, dai dolci ai molluschi, sulle tavole ...

Condividi con un amico