Home » Benessere » Prazosina, il farmaco anti-incubo

Prazosina, il farmaco anti-incubo

Un farmaco contro gli incubi? Strano, eppure esiste! Si chiama Prazosina e si utilizza per regolare la pressione arteriosa ma studi recenti lo indicano come adatto anche per curare i disturbi post-traumatici da stress che causano spesso incubi.

Lo affermano i ricercatori Mayo Clinic, in America, dopo uno studio che ha preso in esame 12 precedenti ricerche sugli effetti della Prazosina. Tali ricerche dimostravano che il farmaco riusciva a inibire il ricordo traumatico nelle persone che vivevano situazioni di stress dopo qualche evento tragico, al punto che le loro notti erano più serene di altri. Lo studio più specifico condotto alla Mayo, partendo da queste basi, ha visto che il farmaco e’ stato ben tollerato dai soggetti campione e che, se interrotto, portava i soggetti a soffrire di incubi per molte notti a venire. Dunque esiste un collegamento diretto e documentato tra i due effetti.

La Prazosina riesce a bloccare i recettori della norepinefrina nel sistema nervoso centrale che in tal modo non vengono iperstimolati dall’attività notturna del cervello e dunque permettono un riposo naturale e sano ai pazienti. Pazienti che, altrimenti, per sfuggire all’angoscia degli incubi potrebbero ricorrere, come spesso avviene, ad alcool e droga. Per finire, grazie ai pochissimi effetti collaterali, la Prazosina potrebbe anche essere usata molto presto nella cura dei disturbi post-traumatici privi di incubi.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico