Home » Benessere » Nel lettone con mamma e papà: fa bene, ma non troppo

Nel lettone con mamma e papà: fa bene, ma non troppo

Normale nei secoli scorsi, indicato come “altamente diseducativo” negli scorsi anni, il cosiddetto CO-SLEEPING, ovvero l’abitudine a dormire nel lettone con mamma e papà sta tornando in auge dopo gli ultimi studi su ragazzi abituati a tale pratica da piccolini.

Il dormire con mamma e papà non ritarda lo sviluppo del bambino e non lo fa crescere nè pauroso nè viziato, come si credeva fino a poco tempo fa. Anzi, le ricerche recenti hanno dimostrato che chi aveva questa abitudine da piccolo ha uno sviluppo normale e paure e certezze esattamente uguali a chi non ha mai dormito coi genitori.
I genitori, da parte loro, preferiscono portare il bambino a letto con loro perchè così lo calmano e lo tengono più sotto controllo. Inoltre, nelle donne in allattamento il “co- sleeping” favorisce la montata del latte.
Ma attenzione! Dormire in tre nel letto grande fa bene solo fino a una certa età.
Se non si riesce a farlo prima bisognerebbe “cacciare” i figli dal lettone per lo meno intorno ai due anni. Se il bambino prende l’abitudine a dormire coi genitori fino all’età scolare tutti i benefici di questo gesto si perdono e si forma un adulto incapace di badare a se stesso. Inoltre, ciò mina fortemente l’intimità dei genitori e l’armonia tra loro. Sono stati registrati casi limite in cui i bambini dormivano nel lettone anche fino a 9 anni …. con i papà costretti a trovar rifugio sul divano!

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico