Home » Benessere » Farmaci anticancro inefficaci: da Singapore spiegano perché

Farmaci anticancro inefficaci: da Singapore spiegano perché

Esistono alcuni farmaci anti-cancro che sembrano non avere effetto su determinati pazienti, e nessuno sapeva spiegarsi il perchè. Ci hanno pensato, adesso, gli scienziati della Duke-NUS Graduate Medical School di Singapore.

Grazie ai loro studi, infatti, si è notato cosa interviene a bloccare l’azione dei farmaci in alcuni tipi di cancro (Leucemia Cronica, polmone) che altrimenti usufruirebbero degli effetti benefici dei farmaci inibitori. Questi farmaci hanno il compito di tagliare i percorsi molecolari che permettono al tumore di proliferare e mantenersi dentro l’organismo. Ma a quanto pare in alcune persone di ceppo asiatico è presente una variazione comune in un gene (BIM) che rende tali farmaci inefficaci.

Aggiungendo ai farmaci tradizionali TK1 altri tipi di farmaci, chiamati “mimetici” (o BH3) per la cura di tumori nelle persone con il gene BIM si è riusciti a superare la resistenza conferita dal gene. In poche parole questi farmaci riescono a fermare in qualche modo la mutazione genetica in questione, dunque a sbloccare l’efficacia delle medicine e a ripristinarne l’effetto. La novità viene tutt’ora studiata per renderla più facile da applicare ai pazienti, magari tramite elaborazioni in laboratorio che ne velocizzeranno la diffusione. Si rimane in attesa dei risultati e del via libera.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico