Home » Benessere » Parti cesarei: occorre agire con saggezza

Parti cesarei: occorre agire con saggezza

Dal troppo al troppo poco. Dai parti cesarei richiesti “per comodità” ai parti cesarei rifiutati anche quando sarebbe necessario effettuarli. Sembra non esserci una via di mezzo, nel nostro Paese, per il problema nascite e l’ultima polemica, scoppiata a Torino, non fa che peggiorare la situazione.

Si tratta della nascita di un bambino, Andrea, la cui mamma … già alla terza gravidanza difficile, dopo aver perso i primi due … non riusciva ad espellere il piccolo in modo naturale. “Ho richiesto io che intervenissero col cesareo, perchè davvero non ce la facevo a spingere!” confessa, distrutta. Ma i medici hanno insistito per continuare col parto naturale e il bambino, rimasto a lungo bloccato per le spalle, ha subito gravi lesioni.

“Non si poteva passare al cesareo con una espulsione del piccolo in corso” si giustificano i sanitari. Tagliare l’utero mentre si contrae per la spinta potrebbe lesionarlo per sempre. Ma così facendo è stato il piccolo Andrea a soffrirne. Una mezza paralisi al braccino e possibili danni cerebrali sono le gravi conseguenze che si stanno vagliando in queste ore. La mamma ha potuto abbracciarlo solo a diversi giorni dalla nascita e adesso spera che quest’incubo abbia almeno un lieto fine. Ci vorrebbe saggezza e attenzione alle storie dei pazienti, per stabilire preventivamente se una persona richiede il cesareo per capriccio o per vera necessità. Controlli che non costano nulla e che salvano piccole vite.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico