Home » Benessere » Per salute e per igiene: l'importanza dell'acqua

Per salute e per igiene: l'importanza dell'acqua

Un elemento che tutti noi occidentali crediamo di possedere senza problemi, dimenticandoci che esistono quartieri … in alcune regioni del meridione d’Italia … dove ancora oggi è razionata! Parliamo dell’acqua, talmente importante da non poter vivere senza. E non è un modo di dire.

A parte il fatto che la disidratazione è una delle cause più sicure di morte per il nostro organismo, fatto in prevalenza di acqua, il prezioso liquido trasparente fa funzionare bene i nostri reni e l’intestino, depura l’organismo dalle tossine e mantiene sana e giovane la nostra pelle. La GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA che ci apprestiamo a celebrare vuole ricordarci tutte queste proprietà benefiche, oltre a quelle a cui non facciamo caso ma che sono altrettanto importanti (ad esempio, l’acqua è ricca di sali minerali). E ci ricorda anche chi di mancanza d’acqua soffre ancora oggi, e cosa possiamo fare per aiutarli.

L’acqua è anche fonte di igiene. L’atto semplicissimo di “lavarsi le mani” o quello di lavarsi i denti e il viso, sembrano banalità ma sono la base della nostra salute. Germi e batteri possono nascondersi anche in luoghi che a noi sembrano pulitissimi, per cui lavarsi le mani prima di toccare il cibo, o lavarsi i denti, o qualsiasi altra parte del corpo, garantisce un ambiente igienicamente sano che rende la vita dei germi difficile all’interno del nostro organismo. Per norma, ci si dovrebbe lavare le mani almeno 4 volte al giorno e ogni volta che si rientra a casa da fuori. Si devono inoltre bere almeno 2 litri d’acqua al giorno per stare veramente bene.

admin

0 Commenti

  1. Verissimo, anche se è molto importante considerare la composizione chimica dell’acqua che beviamo ogni giorno. Alcune acque infatti sono più indicate per persone con patologie specifiche a seconda della quantitá di minerali disciolti.

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico