Home » Benessere » Il cerotto "dottore" che si attacca alla pelle

Il cerotto "dottore" che si attacca alla pelle

Il suo inventore, il dottor John Rogers, dell’Università dell’Illinois di Urbana (Usa), lo ha battezzato il “cerotto hi-tech” e in effetti è una rivoluzione tecnologica che potrebbe portare molti benefici, soprattutto nell’eliminare le lunghe code di attesa agli ambulatori.

Si tratta di un comune cerotto, ma con caratteristiche assolutamente innovative: la dimensione, innanzi tutto. E’ sottilissimo, quasi come un capello, ma aderisce alla pelle come … una seconda pelle! E resiste a sudore, acqua e detergenti, tanto è vero che viene rimosso solo quando la pelle si sfoglia naturalmente, all’incirca ogni 10 o 15 giorni. Al suo interno ospita sensori coperti da membrane di silicone che servono per la misurazione di determinati parametri medici ( battito cardiaco, disidratazione, variazioni della temperatura anche minime, contrazioni e del rigonfiamento dei muscoli, ecc. )

Il cerotto, quindi, invia i dati raccolti a un computer o al cellulare del medico interessato che potrà così monitorare il paziente senza doverlo chiamare a visita ambulatoriale. I primi prototipi verranno distribuiti nell’ambito sportivo e usati per monitorare le funzioni vitali degli atleti sotto sforzo. Dopo la sperimentazione, il cerotto “high-tech” verrà messo in commercio e si stima che sarà acquistabile sul mercato per appena 7 euro e 50.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico