Home » Benessere » Sindrome di Ménière: voglia di volare nonostante le vertigini

Sindrome di Ménière: voglia di volare nonostante le vertigini

Una malattia che colpisce le persone di età superiore a 40 anni e che può essere avvisaglia di una fastidiosa sordità in arrivo e certamente indice di un problema genetico, in quanto molti dei pazienti affetti da Sindrome di Ménière, anche prima che i sintomi si manifestino, presentano proteine alterate assenti nei soggetti sani.

La Ménière si fa viva con capogiri ripetuti, nausea, ronzii all’orecchio ed è causata da un aumento della pressione dei fluidi dentro l’orecchio. Fu diagnosticata per la prima volta dal medico francese Ménière nel 1861 e da allora sono stati fatti pochi passi avanti nella diagnosi. E’ una malattia molto difficile da capire, da riconoscere e da curare. Non è mortale ma influisce molto sulla sfera psichica, in quanto la persona ha sempre paura di cadere, di vomitare o di perdere l’udito e tende a isolarsi dalla vita sociale.

In Italia esiste una associazione di malati di Ménière, la AIMM, che ha come scopo quello di informare, raccogliere fondi e incoraggiare la ricerca per una cura che risolverebbe molti problemi emotivi di questi pazienti. Il problema più grave è proprio la paura di cadere, data dalle vertigini, molto intense e spesso di lunga durata. Risolvere quello sarebbe già un enorme beneficio. Ecco perchè lo slogan che si è data l’associazione (“Vivere la vertigine senza paura, ma con la voglia di volare”) cerca innanzi tutto di incoraggiare chi soffre, ma anche di spingere verso una intensificazione della ricerca in questo settore.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico