Home » Benessere » Disfonia, quando la voce dipende dallo stomaco!

Disfonia, quando la voce dipende dallo stomaco!

Avete presente Monica Vitti, la bellissima attrice italiana degli anni Sessanta con quel particolare timbro rauco? Per molti è stato un segno di “sex appeal” non indifferente, ma attenti a distinguere tra raucedine naturale (come quella della Vitti), raucedine patologica e una vera e propria difficoltà ed emettere suoni con la gola, ovvero la disfonia.

Il più delle volte, nelle persone dal timbro normale, la disfonia è sintomo di infezione in atto. E trattandosi della gola si va naturalmente a cercare la causa nelle corde vocali e nella gola in generale. E in effetti solitamente la causa è un attacco batterico o virale proprio alle corde vocali che le danneggia e le rende inutilizzabili per un certo periodo. Questo è il caso tipico di chi lavora fuori casa con la voce (attori, cantanti, insegnanti).

Ma la disfonia può anche essere causata da acidi che corrodono le corde vocali, ovvero dal reflusso gastrico, e allora il problema nasce dallo stomaco. Lo si capisce perchè, in questo caso, la voce è rauca solo di mattina e migliora durante la giornata. Questo perchè il reflusso gastrico è un problema prevalentemente notturno. Se sospettate di avere questo, evitate di coricarvi subito dopo aver mangiato e evitate cibi irritanti o troppo agri. Il reflusso, a lungo andare, può creare seri danni alla gola. E una gola malata è tutto… tranne che sexy!

admin

x

Guarda anche

Ecco perché le diete esagerate fanno male

Gli americani le chiamano “Crash Diet” e sono quelle diete super ferree, super intensive, che ...

Condividi con un amico