Home » Benessere » Ictus: rischio elevato se lo ha già avuto un fratello

Ictus: rischio elevato se lo ha già avuto un fratello

E’ una ipotesi molto attendibile, valutata dal Karolinska Institutet di Stoccolma, quella dell’ereditarietà dell’ictus sulla base dell’esperienza dei fratelli. L’ictus può avere infatti due fattori base: quello di una “debolezza” dei vasi cerebrali e quello di uno stile di vita sbagliato, entrambe molto possibili nella relazione tra fratelli.

I fratelli, infatti, hanno un patrimonio genetico simile e possono aver ereditato gli stessi difetti. Inoltre conducono spesso uno stile di vita simile, avendo ricevuto la stessa educazione e vivendo nello stesso ambiente. Dunque, se uno dei fratelli ha avuto un caso di ictus … specialmente se ciò è avvenuto in giovane età (prima dei 50 anni)… gli altri consanguinei dovranno prevedere un possibile pericolo per loro stessi.

In questi casi, consultatevi col medico di famiglia, raccontando la storia della malattia nel vostro gruppo familiare. Esistono oggi molti modi di tener sotto controllo il cervello e di prevenire l’insorgere di un ictus. Con una sana alimentazione, con uno stile di vita più equilibrato o solo con un controllo costante della salute dei vasi sanguigni, in modo da intervenire tempestivamente in caso di allarme.

admin

x

Guarda anche

Per mentenervi giovani … giocate a calcio!

Diciamo la verità: in Italia non si sentiva proprio il bisogno di un ulteriore incentivo ...

Condividi con un amico