Home » Benessere » Buio e silenzio: il mondo dei sordociechi illustrato dal Filo D'Oro

Buio e silenzio: il mondo dei sordociechi illustrato dal Filo D'Oro

Sono persone speciali, perchè vivono in un mondo speciale. Un mondo che a noi farebbe paura … buio e silenzioso. Sono uomini e donne (tanti bambini) che non vedono e non sentono dalla nascita, che non sanno cosa siano i colori, i concerti, le forme e i rumori. Di loro si occupa da sempre la Lega del Filo D’Oro che dal 17 al 22 aprile, dalle ore 16 alle 21, nell’ambito del Fuori Salone (eventi sul territorio milanese in concomitanza con il Salone del Mobile) Milano Design Week proverà a illustrarlo anche a chi ci vede e sente benissimo.

Gli ambienti ricostruiti sono quelli di una casa attrezzata per accogliere persone sordocieche, con tutte le nuove tecnologie man mano applicate per dare a queste persone la maggior autonomia possibile nel loro ambiente. Così quando si suona il campanello, invece di una melodia si sente una vibrazione che viene trasmessa allo strumento che il sordocieco porta addosso. Così potrà andare ad aprire. La cucina appositamente costruita senza gas, nè fuoco, per poter cuocere i cibi senza pericolo di scottature … grazie anche ai dosatori elettronici di pietanze.

Una persona sordocieca può anche riempire una caraffa senza versare una goccia fuori, grazie alla “bilancia vibrante” che comincia a tremare appena si supera la metà del contenitore. E poi ancora, giocattoli speciali per i bimbi, metodi di comunicazione in braille per chi lavora in ufficio e metodi per fare la spesa in sicurezza. Tutto questo e molto altro sarà interessante da scoprire, andando direttamente a conoscerlo presso il Salone del Mobile di Milano oppure informandosi presso i siti e le sedi del Filo D’Oro.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico