Home » Benessere » Epatite C: il suo nemico si chiama Boceprevir

Epatite C: il suo nemico si chiama Boceprevir

Mille nuovi casi e diecimila morti l’anno, questi i dati allarmanti della diffusione dell’Epatite C nel nostro Paese, derivanti da dati ancor più allarmanti provenienti dal resto del mondo. In occidente, questa infezione sta dilagando, a causa di stili di vita sbagliati, eccesso di alcol e droghe e poca cura del proprio fegato.

Causata da un attacco virale, l’Epatite C ha oggi un nuovo nemico, un farmaco chiamato Boceprevir. Esso attacca direttamente il virus Hcv, ed è particolarmente efficace con quello di tipo 1, il più pericoloso di tutti. E’ un coadiuvante delle terapie già in uso e i primi test dicono che con il suo intervento si triplicano le percentuali di guarigione! L’ultimo esperimento ha visto due gruppi di pazienti, alcuni mai trattati con alcuna terapia, gli altri con trattamenti fallimentari alle spalle. In entrambi, l’aggiunta di Boceprevir nel piano terapico ha portato a notevoli miglioramenti.

Il farmaco potrebbe essere presto disponibile anche in Italia, e venire in soccorso di chi si ammala di questa patologia fortemente contagiosa, che può manifestarsi anche a causa di infezioni dovute a scarse condizioni igieniche durante tatuaggi e piercings, ma che si trasmette anche attraverso le vie sessuali e che non sempre i soggetti sanno di avere in corpo fino all’ultimo.

admin

x

Guarda anche

Un vaccino di staminali contro il cancro al seno

Niente facili speranze, si tratta solo di uno studio … il primo passo di un ...

Condividi con un amico