Home » Benessere » Un figlio dopo il tumore. E' possibile.

Un figlio dopo il tumore. E' possibile.

In Italia si registrano 45.000 nuovi casi di cancro al seno, 7.700 all’endometrio, 4.500 all’ovaio e 3.500 all’utero. Il mondo delle donne è minacciato su più fronti, ma oggi la ricerca può aiutarle e, se fatta la giusta prevenzione, queste malattie non sono più mortali e non pregiudicano la possibilità di diventare madri.

Esistono metodi per preservare gli ovuli dai danni di un tumore o di una chemio ma solo pochissime donne si informano a riguardo e si attivano per “regalarsi” la possibilità di avere un bambino in futuro. In questo caso la prevenzione è importantissima (alimentazione regolare, niente alcol o fumo, controlli periodici) perchè il tumore alle ovaie o quello all’utero sono indolori nelle prime fasi e vengono scoperti solo quando è troppo tardi.

Recenti esami sui bimbi nati da mamme che avevano subito la chemioterapia hanno dimostrato che non presentano nessun problema di crescita o sviluppo. Dunque, se accuratamente affrontato, il problema gravidanza può essere facilmente risolto anche davanti ad una malattia grave come il cancro. Occorre però parlare, informarsi e soprattutto controllarsi costantemente.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’aerobica fa bene al cervello

Che il movimento fisico faccia bene lo sappiamo tutti e sappiamo anche che, se non ...

Condividi con un amico