Home » Benessere » Leonardo Da Vinci, grande genio o … malato cronico?

Leonardo Da Vinci, grande genio o … malato cronico?

Su Leonardo Da Vinci si sa ormai quasi tutto. La sua incredibile velocità nell’apprendere, la sua capacità di inventare oggetti futuristici, la sua capacità di scrivere con la mano sinistra una scrittura rivolta al contrario … un grande genio oppure un uomo che soffriva di un grave difetto cronico e, per l’epoca, inspiegabile?

Nel corso dei secoli, molti luminari della scienza lo hanno analizzato, a partire dai suoi contemporanei che lo accusarono di “omosessualità” per alcune sue dichiarazioni sulla “bruttezza dell’atto del coito”. Ma nei due processi che subì fu sempre scagionato. Più “mostruoso” doveva apparire, al tempo, il suo mancinismo. In alcuni documenti si legge che Leonardo sapeva scrivere benissimo con la destra, ma che in certi periodi della sua vita preferisse di gran lunga usare la sinistra come se il braccio destro subisse paralisi improvvise … per cui si è parlato anche di atrofie e trombosi.

L’ultimo mistero riguarda il suo cranio, ritrovato insieme ad altre ossa dopo il crollo della cappella in cui era stato sepolto. Non fu mai chiarito se quello scheletro era veramente di Leonardo, ma il custode che ne rinvenne il cranio “gigantesco” dedusse che solo un genio poteva avere un cervello tanto grande da meritare un contenitore di quelle dimensioni. E di fronte a questa dichiarazione di “genialità”, poco importa se Leonardo fosse un mito o solo un signore con una emiparesi e molta fantasia!

admin

x

Guarda anche

Quando per farsi accettare ci si stressa a morte

Essere bravi come il fratello maggiore, essere moderni come l’amica, essere pronti a ubriacarsi come ...

Condividi con un amico