Home » Benessere » "Leukemia 2012" e i risultati dei farmaci intelligenti

"Leukemia 2012" e i risultati dei farmaci intelligenti

Si svolge a Milano l’incontro “Leukemia 2012” per fare il punto sulle cure e i progressi scientifici relativi alle leucemie, in Italia e nel mondo. Di leucemia non per forza si muore, alcune hanno sviluppato un processo cronico che fa sì che i malati possano conviverci per molti anni.

Come spiegano gli esperti, alcuni farmaci cosiddetti “intelligenti”, sui quali si continua a lavorare, stanno sviluppando proprietà interessanti perchè vanno a colpire direttamente la parte malata senza devastare altre zone del corpo. Tra questi ricordiamo gli inibitori delle tirosino-chinasi, che hanno mutato il quadro clinico della Leucemia Mieloide portandola da una mortalità entro i 3 anni di malattia fino ad una sopravvivenza del paziente anche di 8 o 10 anni in più, dalla manifestazione dei sintomi. Altre forme di leucemia più gravi, come quella fulminante chiamata Leucemia Acuta Promielocitica, sono state fermate da un farmaco di recente scoperta (l’acido trans retinoico) e in molti casi si è avuta addirittura la guarigione del paziente. Gli studi stanno andando avanti e si applicano questi farmaci a tanti altri tipi di tumori del sangue. In modo particolare si sta studiando anche un modo per fermare la “rinascita” delle staminali leucemiche, cellule “dormienti” che sfuggono alle cure e che si manifestano anni dopo, determinando molte ricadute della malattia. Ma i traguardi sembrano ogni giorno più vicini, e la ricerca non si ferma un solo istante.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico