Home » Benessere » I ritardatari cronici: veri sadici o malati?

I ritardatari cronici: veri sadici o malati?

Non arrivano mai puntuali, partono da casa all’ultimo istante pur sapendo che non rispetteranno mai l’orario dato, non ce la fanno nemmeno se li prendete un po’ in giro, dando loro appuntamento per un quarto d’ora prima del previsto. Sono i ritardatari cronici!

Quando non si tratta di vera maleducazione, o di sadismo inconsapevole (vogliono dominare l’altro piegandolo al proprio volere) è un vero e proprio disturbo che può nascondere altre esigenze: bisogno di attirare l’attenzione, di mettere alla prova il prossimo, o addirittura voglia di autodistruzione (portare la gente a odiarti). Spesso però di tratta di una congenita incapacità di rendersi conto dello scorrere del tempo. In USA, per questo problema, hanno ideato una cura interessante: tenere un diario. Segnare in agenda ogni cosa che si fa e l’ora in cui la si fa, confrontandola però con l’ora data in partenza. E a fine settimana fare un resoconto di quanti ritardi si sono accumulati, così da rendersi conto da soli di dove sta il problema.

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico