Home » Benessere » Salute: si chiama "ipocretina" ma è una tattica "intelligente" per battere i virus

Salute: si chiama "ipocretina" ma è una tattica "intelligente" per battere i virus

Avete presente quando abbiamo l’influenza? O quando d’estate ci becchiamo quelle fastidiose infezioni intestinali? O durante il raffreddore? L’elemento in comune per tutti è la fiacchezza, il senso di debolezza e di stordimento che ci prende alla testa e si espande per tutto il corpo. E’ colpa della IPOCRETINA.

No, non è un insulto, è l’azione della proteina creata da un gruppo di neuroni dell’area del cervello chiamata amigdala, i quali hanno come “missione” quella di raccogliere le energie del corpo e della mente in casi di estrema emergenza. Quando è in atto un attacco virale l’organismo entra “in guerra” … deve infatti scovare il minuscolo nemico, ucciderlo ed eliminarlo. Per far ciò attiva una serie di meccanismi di lotta (la febbre alta è uno di questi) e concentra tutte le forze per quell’unico scopo.

I neuroni che rilasciano l’ipocretina -individuati sei anni fa a Stanford, in California, e oggi ripresi da questo studio della Oregon University (USA)- intervengono nell’azione inviando tutte le forze presenti nella lotta, ma per far ciò devono toglierle a qualche altra area del corpo … in questo caso la testa. Per questo ci sentiamo “addormentati”, fiacchi, deboli e pronti a crollare in qualsiasi momento. Le ricerche sono ancora in atto, soprattutto gli studi che collegano i casi di narcolessia (malattie del sonno) con la carenza di ipocretina. Si stanno studiando soluzioni per risolvere la “fiacchezza” da malattia con la somministrazione di dosi di ipocretina tramite spray nasali o altri farmaci. Nell’attesa, è sempre bene, quando si è sotto attacco di virus, stare a riposo ed evitare di fare gli eroi!

admin

x

Guarda anche

Abitudini alimentari sbagliate: raddoppiato rischio carie tra piccoli

Abitudini alimentari sbagliate raddoppiano il rischio di carie tra i più piccoli. L’allarme arriva da ...

Condividi con un amico