Home » Benessere » Quando la strada uccide … anche con l'infarto

Quando la strada uccide … anche con l'infarto

La strada uccide, lo dicono tutti. Anche se, quando si intende parlare di incidenti stradali, sarebbe più corretto dire che il nostro comportamento sbagliato sulla strada uccide. Ma il traffico in sé causa gravi danni alla salute in ogni caso, con l’inquinamento atmosferico, con quello acustico … e con l’aumento di malattie cardiache in chi vi sta troppo immerso.

Lo ha rivelato, con tanto di prove scientifiche, una ricerca israeliana condotta presso il Beth Israel Deaconess Medical Center, che ha studiato l’incidenza di problemi cardiaci in persone (sia sane che cardiopatiche) residenti in città. Si è visto che i problemi aumentavano quanto più aumentava la vicinanza della casa a una strada trafficata o a un’autostrada.

Il traffico, oltre a causare inquinamenti atmosferici altamente dannosi per l’organismo, incide sullo stress quotidiano con il rumore. E’ stato provato che sentire il rumore del traffico ventiquattro ore su ventiquattro aumenta le ansie e il nervosismo nelle persone, che si sentono come se fossero loro stessi imbottigliati nell’ingorgo … anche se magari stanno sul balcone di casa propria o nel soggiorno. Tutto questo stress mentale, unito all’aria satura di fumi e polveri chimiche aumenta del 40% il rischio di subire infarti o ictus nelle persone, aggravando di molto la situazione di chi li ha già subiti in passato.

admin

x

Guarda anche

Guarire grazie a Instagram. La storia di Emelle

Emelle Lewis è una giovane donna di 22 anni, di Huddersfield, in Gran Bretagna. Il ...

Condividi con un amico