Home » Benessere » Curava i malati terminali con staminali umane: bloccato il dottor Vannoni

Curava i malati terminali con staminali umane: bloccato il dottor Vannoni

Lo psicologo Davide Vannoni, ideatore del progetto Stamina Foundation di Torino, è stato costretto a bloccare qualsiasi attività -anche di fornitura- relativa alle cure con staminali umane che portava avanti da qualche tempo, non senza polemiche.

Iniziata a Torino, senza finanziamenti a sostegno, e denunciata dai NAS per le pessime condizioni igieniche e manutentive, l’attività dello sperimentatore piemontese si era trasferita agli Ospedali Civili di Brescia tramite un accordo tra la sua fondazione e il nosocomio dove si provava a curare i malati gravi di cancro o di Parkinson con terapie a base di staminali che però, secondo il Ministero della Salute che ne ha disposto la sospensione, non erano molto chiare.
In particolare, il dottor Vannoni non ha mai fornito protocolli o resoconti di lavorazione, non ci sono dati sulle analisi e sulla sperimentazione e ed esistono dubbi sul reale contenuto delle medicine somministrate ad alcuni dei pazienti più gravi. Inoltre, il continuare a gestire l’attività in condizioni precarie ha spinto il ministero a questa scelta, in attesa di indagini e ulteriori chiarimenti.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico