Home » Benessere » Donazione organi: in Sicilia aumenta, anche grazie alle conseguenze dell'effetto Nicholas

Donazione organi: in Sicilia aumenta, anche grazie alle conseguenze dell'effetto Nicholas

Era il 1994 quando la Sicilia, e l’Italia intera, si commossero davanti alla storia del piccolo americano Nicholas Green ucciso durante un tentativo di rapina mentre era in vacanza in Calabria con la famiglia. Nicholas morì all’ospedale di Messina e i genitori donarono i suoi organi facendo rivivere sette persone. In un’Italia ancora spaventata e dubbiosa sull’idea della donazione, l’impatto che ebbe questo evento si chiamò: EFFETTO NICHOLAS.

A diciotto anni dalla morte di quel bambino, l’effetto Nicholas sta dando i suoi frutti e proprio in Sicilia dove terminò la sua piccola vita. Infatti nell’ultimo anno, nell’isola, i consensi per il registro delle donazioni di organi hanno raggiunto livelli mai visti prima (93,4%) e la regione si piazza al sesto posto a livello nazionale dopo Lombardia, Toscana, Piemonte, Lazio ed Emilia Romagna. Iscriversi al registro dei donatori, fino a poco tempo fa, era fonte di superstizione e scarsa fiducia. Si credeva, ad esempio, che molti medici “staccassero la spina” senza motivo solo per fornire organi importanti a chi ne aveva bisogno, uccidendo di fatto persone ancora vive.

L’informazione a tappeto condotta dall’AIDO e la crescita di quella generazione di siciliani che durante l’Effetto Nicholas andava ancora a scuola ha permesso una maggiore convinzione e una comprensione che ha fatto superare tante paure infondate e false. Domenica prossima si celebra la Giornata per la Donazione degli Organi e molte manifestazioni sono previste nell’isola, da Palermo a Siracusa. Sarà un’altra buona occasione per continuare a diffondere questo enorme gesto di generosità e coinvolgere sempre più persone verso un risultato che non potrà che onorare la memoria del piccolo Nicholas Green.

admin

x

Guarda anche

Trapianti e donazioni: ecco il quadro italiano

Trapianti di organi e donazioni (di organi, tessuti e sangue)… come siamo messi in Italia ...

Condividi con un amico