Home » Benessere » Una pianta svela l'origine dell'emicrania. Due piante provano a curarla

Una pianta svela l'origine dell'emicrania. Due piante provano a curarla

Contro il mal di testa cronico si tenta di tutto perchè è una sofferenza continua e invalidante che può far impazzire chi lo deve subire per tutta la vita. Ecco perchè le ricerche e i consigli spaziano su ogni campo e prende sempre più piede la strada della medicina naturale, delle piante curative, come ultima spiaggia … forse anche la meno dannosa.

Le piante hanno il vantaggio di essere libere da elementi chimici e sono facilmente reperibili, inoltre possono essere cure alle quali il corpo si assuefà con più ritardo. Così, gli studi di un esperto americano – il professor Peter Goasdby dell’università di San Francisco- si sono mossi in questa direzione e hanno trovato alcune risposte interessanti. Studiando gli effetti del profumo di un particolare fiore (Umbellaria Californiana) si è capito meglio il funzionamento del CGRP (il peptide correlato al gene della calcitonina), che è anche un potente vasodilatatore presente in molte aree del cervello importanti e deputate alla trasmissione degli impulsi dolorifici.

Una volta capito da dove viene il dolore, cercare il rimedio è più facile. Così, ricercatori tedeschi hanno suggerito l’uso della Lavanda che, su un campione di 192 pazienti sofferenti di emicrania, ha avuto effetti notevoli nella riduzione del dolore. Stesso discorso vale per la pianta di Ginkobiloba, che contiene ginkolide B, sostanza in grado di inibirebbe l’azione del glutammato, il neurotrasmettitore che entra in gioco quando si attiva un forte dolore.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico