Home » Benessere » Borse di studio scientifiche al femminile, grazie ai privati

Borse di studio scientifiche al femminile, grazie ai privati

La ricerca italiana è sempre sofferente e deve fare realmente i salti mortali per continuare a tirare avanti e servire al meglio i cittadini. Lo fa con dedizione e competenza, nonostante mille ostacoli, ma dove non arriva con i propri mezzi viene aiutata dall’intervento dei privati.

Succede così che l’azienda L’Oréal, in collaborazione con l’UNESCO, nel decimo anniversario di questa preziosa iniziativa stanzia ancora una volta borse di studio per la ricerca scientifica (15.000 euro l’una) in favore di ricercatrici donne. Una giuria di prestigio, presieduta dal professor Umberto Veronesi, ha valutato 300 domande e scelto le cinque fortunate vincitrici del 2012. Si tratta di Federica Franciosi, veterinaria, Maria Giovanna Dainotti, astrofisica, Elena Fortunati, ingegnere dei materiali, Monica Scognamiglio, biologa e Valeria Manera, psicologa.
Le dottoresse che hanno ricevuto il premio vedono così aprirsi di fronte a sé molte possibilità di mettere a frutto le proprie conoscenze con la serenità economica che dovrebbe sempre contraddistinguere i lavori in ambito scientifico, così preziosi per il bene comune.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico