Home » Benessere » In Sicilia, "sciopero delle trasfusioni" per protestare contro i problemi della sanità

In Sicilia, "sciopero delle trasfusioni" per protestare contro i problemi della sanità

Una protesta che parte dalla Sicilia e che minaccia di diventare un caso. Si svolge oggi, in 12 ospedali dell’isola, lo “sciopero delle trasfusioni” organizzato dalla Lega Italiana delle Emopatie e Tumori Infantili. In poche parole si tratta del rifiuto globale dei giovani pazienti malati di talassemia e di leucemia a ricevere le cure necessarie alla loro vita per tutta la giornata odierna.

Una scelta pericolosa e per questo un grido forte, una denuncia estrema contro il disagio e i problemi legati al malfunzionamento della sanità, non solo siciliana. Il tutto nasce da una legge regionale che impedisce l’autonomia di alcuni centri medici, e dunque la gestione del personale che, soprattutto nei reparti di ematologia, è molto carente e spesso disorganizzata – secondo le statistiche rilevate dalla Lega.

L’assessore regionale alla sanità, Russo, ha già fatto sapere che la questione si sta discutendo da tempo e che sono arrivati i primi provvedimenti sicuri, per cui la protesta di oggi viene considerata inutile e rischiosa. Ma i vertici della Lega in Sicilia intendono portarla avanti lo stesso e si meravigliano che un problema annoso, che da diverso tempo attende soluzione, si sia sbloccato soltanto ieri, guarda caso alla vigilia della manifestazione. In ogni caso ci si augura che le soluzioni vengano trovate di comune accordo e che non si debba di nuovo arrivare a gesti clamorosi come lo sciopero di oggi.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico