Home » Benessere » La "terapia del dopo", come aiutare chi ha subito violenza sessuale

La "terapia del dopo", come aiutare chi ha subito violenza sessuale

Cifre spaventose che fanno tremare il sangue nelle vene. Più 250 donne ogni anno, in Italia, denunciano violenze sessuali … e rappresentano appena il 4% del totale. Si stima che siano 6 milioni le donne italiane tra i 17 e i 70 anni vittime di abusi, molto spesso da parte di amici o partner di cui si fidano.

Superare un trauma fisico è già dura, ma associare a questo anche il trauma psicologico della fiducia perduta, della paura, del senso di sconfitta e di perdita è un innesco che può portare anche a depressione e suicidio in molte vittime. Intervenire in tempo per aiutare queste donne non è facile, anche perchè ognuna è un mondo a parte e necessita di una conoscenza particolare prima di applicare una qualsiasi terapia.

Le psicologhe impegnate in questa missione cercano di dare consigli validi per tutte (non lavarsi dopo la violenza, così da trattenere la prova del DNA dell’assalitore; recarsi presso il più vicino centro ascolto o presso la Caritas e parlare con gli psicoterapeuti), ma tentano anche di dare il loro aiuto anche individualmente, con cammini molto lunghi… a volte fatti anche di anni! Rendersi conto di ciò che si è vissuto è un passo importante, che molte donne non vogliono fare… perchè spesso vengono violentate dal marito o dal fidanzato e non accettano questa terribile realtà. In questo senso devono agire i terapeuti, senza forzare, senza giudicare, senza suggerire comportamenti. Saranno le vittime stesse ad aprire il proprio cuore se sentiranno intorno a se un abbraccio forte e sicuro.

admin

x

Guarda anche

Salire le scale … non solo una questione di dieta

Fare le scale, far la spesa a piedi, andare in centro in bici invece che ...

Condividi con un amico