Home » Benessere » Trapianti: salvato un ragazzo grazie a un "ponte aereo"

Trapianti: salvato un ragazzo grazie a un "ponte aereo"

Un ragazzo di 21 anni viene ricoverato a Bari per subire un importante intervento al cuore. Sotto i ferri la situazione si aggrava, al punto che il ragazzo è costretto a rimanere in terapia intensiva in attesa di un secondo intervento. Ma la situazione precipita ancora e l’unica soluzione rimasta è … un cuore nuovo. Subito!

Nell’attesa, però, il dramma stava per compiersi se non che dall’ospedale Le Molinette di Torino viene proposto di sottoporre il paziente a Ecmo, la tecnologia che permette di sostenere la circolazione quando il cuore è gravemente danneggiato. Viene così organizzato un ponte aereo per trasportare il ragazzo (sempre vigile e consapevole di tutto) dalla Puglia al capoluogo piemontese.
Collegato alla macchina Ecmo di Torino, è stato possibile sostenere il cuore del giovane paziente fino a quando, pochi giorni fa, è giunta notizia di un cuore compatibile, donato da un giovane napoletano morto in un incidente sul lavoro. E’ stata così organizzata una nuova staffetta aerea per far giungere il cuore in tempo a Torino e all’alba di ieri è stato eseguito l’intervento, tecnicamente riuscito. Si dovrà adesso vedere come reagirà il paziente trapiantato che, tuttavia, ha superato già il periodo peggiore.

admin

x

Guarda anche

L’ibrido uomo-pecora nasce solo per i trapianti

La notizia fa inorridire i benpensanti … che già immaginano l’equivalente di un sagittario o ...

Condividi con un amico