Home » Benessere » Psicologia: come saranno gli anziani di domani

Psicologia: come saranno gli anziani di domani

Gli anziani di domani non apparterranno più alla generazione antica, quella cresciuta nelle grandi famiglie numerose dove era normale e “obbligatorio” occuparsi dei più anziani. Quella che avanza è la generazione dei nati negli anni Sessanta, nel pieno della ricchezza … sono coloro che hanno fatto le rivoluzioni.

Queste persone non saranno anziani passivi, che si abbandonano ai figli o alle badanti. Saranno uomini e donne che rivendicheranno la propria autonomia il più possibile … ed ecco perchè fin da ora la scienza e la tecnica si stanno organizzando per dar loro il più ampio spazio di movimento possibile, in casa e fuori. Mentre “fuori” cominciano ad essere di gran moda gli scooter elettrici per gli spostamenti quotidiani nel traffico, quando non si può più camminare bene, la casa dell’anziano del futuro viene presentata questa settimana ad Ancona.

Lavatrici con un solo comando, cellulari fatti appositamente per chi ha problemi di udito e di vista, sistemi di telemedicina per evitare lunghe file dal dottore … solo alcuni esempi di ciò che gli anziani del futuro troveranno in casa. Nuove tecnologie anche relative ai movimenti in casa, per salire le scale, per sentire il telefono anche dal giardino e così via, sono già realtà e molte altre sono allo studio quotidiano in questo periodo. Lo scopo è quello di rendere gli anziani il più autonomi possibile, anche in previsione di una generazione di adulti (i loro figli) cresciuti in maggioranza come ragazzini “viziati” e poco propensi a badare ai genitori.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico