Home » Benessere » A Bari, speranze per i "ricercatori fantasma"

A Bari, speranze per i "ricercatori fantasma"

Una storia inverosimile che purtroppo rientra nella “normale anomalia” di questo Paese Italia. Avviene a Bari, dove 31 ricercatori continuano a protestare per un lavoro che dovrebbe esserci ma non c’è.

Questi giovani ricercatori universitari hanno vinto un concorso regolare nel 2010 ma non sono stati ancora assunti. Ciò perchè la normativa Gelmini ha impedito il ricambio di risorse nelle università cosiddette “non virtuose”, ovvero quelle che superavano del 90% il rapporto tra il fondo di finanziamento ordinario (Ffo) e la spesa per il personale.

Dal mese di maggio, però, le cose si muovono … o almeno così sembra. Il decreto attuativo del nuovo ministro ha rivisto i criteri di spesa tenendo conto delle entrate di ogni ateneo. Purtroppo però l’assunzione stenta ad arrivare. Ogni decisione è fissata per il 2 luglio ma si spera che sia definitiva e che non slitti ancora all’autunno. Molti di questi ricercatori sono vicini ai 40 anni di età, hanno famiglie che contano su di loro e hanno diritto di sapere con certezza quale sarà il loro futuro.

admin

x

Guarda anche

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini sin dai primi mesi. A ...

Condividi con un amico