Home » Benessere » Se il "cuore spezzato" in realtà cura il cuore

Se il "cuore spezzato" in realtà cura il cuore

Quando si perde una persona cara, quando si subisce un trauma fortemente scioccante e cui non si può porre rimedio si sente tutta la sofferenza concentrata nel cuore, come una bomba che pesa, che brucia e che a volte sballa il ritmo fino a causare veri attacchi cardiaci. E’ quello che comunemente si chiama “cuore spezzato”.

Eppure forse non è tutto negativo, anche se fa male da morire. Infatti il “cuore spezzato” è dovuto a un sovraccarico di adrenalina nel muscolo cardiaco, una condizione nasce come “difesa”. Il cuore infatti di solito usa l’adrenalina per ricaricarsi quando sta per fermarsi. Ma nel caso della sindrome da “cuore spezzato”, il muscolo è già come impazzito e con l’adrenalina ottiene l’effetto opposto, cioè si frena, si calma. Le persone ovviamente avvertono lo scompenso e sentono come un sintomo da infarto.

Invece è il loro cuore che tenta di proteggersi dal troppo dolore con scariche anomale di adrenalina che in questo caso sono “benefiche” al contrario. E’ l’Imperial College di Londra che ha scoperto questo comportamento particolare della pompa cardiaca tramite l’osservazione di certe reazioni animali. Quando dunque si vive un dolore fortissimo dell’anima e ci si sente come se “stesse per scoppiare il cuore”, potrebbe essere invece il momento in cui il cuore si risana. Ma è sempre meglio e saggio rivolgersi a un medico per avere conferme e tranquillizzarsi.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico