Home » Benessere » Se sorridi mangiando l'insalata, il tuo bambino la preferirà al cioccolato!

Se sorridi mangiando l'insalata, il tuo bambino la preferirà al cioccolato!

Le verdure, di solito, non piacciono ai bambini … così come la frutta. Gelati, merendine, pasticcini, torte e roba dolce in generale invece li attrae irresistibilmente. C’è da sapere, però, che un bambino di età compresa tra 0 e 5 anni non ha ancora la corteccia cerebrale frontale del tutto sviluppata, quindi tende ancora a imitare gli esempi che vede intorno a sé. Dunque, se i bimbi mangiano solo “schifezze grasse” è perchè NOI LI INVITIAMO a farlo!

Come? Con la pubblicità! Nella fascia oraria dei loro cartoni, la TV mostra solo ragazzini che si ingozzano di budini, merendine al cioccolato, coppe alla crema, patatine e così via. Cosa accadrebbe se, invece, quegli stessi ragazzini mangiassero … con gusto … una bella insalata? In Francia, i ricercatori dell’Università Blaise Pascal di Clermont-Ferrand, hanno voluto verificarlo. Hanno testato un gruppo di giovanissimi (da 0 a 21 anni) facendo loro scegliere i loro cibi preferiti, prima, e subito dopo facendo loro vedere video in cui… a turno… quei cibi venivano gustati con estasi, con espressione disgustata oppure con viso neutro.

Ovviamente ci sono state delle reazioni, ma mentre i più grandi (dai 10 anni in poi) mantenevano le loro scelte anche dopo il video, i piccolini tendevano a rifiutare un dolce al cioccolato -mangiato con disgusto dalla ragazza della pubblicità – mentre invece cercavano la carota, la mela, la banana che nel video erano mangiate con espressione felice e con frasi come: “Buono!”, “Mi piace!”. Questo significa che basterebbe cambiare le abitudini educative della TV … ma anche dei genitori! … per far sì che i figli assumano cibi veramente sani nella loro dieta. Cominciate a gustare con espressione beata i vostri fagiolini, le vostre insalate e la frutta fresca, davanti ai bambini … e ritrovate, con loro, il piacere di una sana alimentazione!

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico