Home » Benessere » Record di malori tra i vigili urbani. Colpa del gran caldo

Record di malori tra i vigili urbani. Colpa del gran caldo

Il caldo di questi giorni, anomalo per alcuni versi (ma anche alimentato dal martellamento continuo dei TG), sta creando diverse situazioni di disagio in tutto il paese. In modo particolare nelle grandi città e nelle zone interne, lontane dal mare.

Gli effetti del calore si fanno sentire soprattutto nei soggetti più deboli (donne incinte, persone anziane, bambini) ma anche in chi è costretto per lavoro a stare fermo sotto il sole, come guardie, soldati, vigili urbani. A Roma, il sindaco è stato costretto a ridurre il tempo dei turni dei vigili, dopo l’impressionante serie di malori che si è registrata nei giorni scorsi proprio tra gli agenti in servizio nelle strade capitoline.
Nonostante le molte precauzioni, il forte sole e il dover stare all’impiedi per molto tempo, influisce negativamente sulla pressione sanguigna che può avere bruschi cali e causare svenimenti. Per chi può permetterselo, consigliamo sempre di portare con sé un berretto e una bottiglia di acqua fresca pronti all’uso. Se ciò non è possibile cercate per lo meno di stare nella parte ombreggiata della strada. Nel caso dei vigili, oltre al caldo e alla posizione, sicuramente influisce il dover respirare la cappa di inquinamento che si appesantisce ancor di più in estate.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché le diete esagerate fanno male

Gli americani le chiamano “Crash Diet” e sono quelle diete super ferree, super intensive, che ...

Condividi con un amico