Home » Benessere » Le donne non si piacciono perchè temono le figlie

Le donne non si piacciono perchè temono le figlie

A 25 anni odiano il naso, la pelle e il seno. A 35 si cambierebbero gli occhi, le cosce, le gambe. In generale non tollerano tutto il viso, per non parlare di fondoschiena e collo. Sono le donne, eterne scontente, che secondo una indagine condotta dall’Università di Ankara (Turchia) su 200 signore giovani e anziane non possono proprio fare a meno di lamentarsi.

Lo fanno perchè si confrontano sempre con le più giovani, possibili “rivali” dei loro compagni, e quindi per forza di cose vedono come tragedie anche eventi molto naturali: la palpebra un po’ calata non è un dramma, cambia e addolcisce l’espressione; la pelle del viso appena più rugosa non è un dramma, rende più vivace un sorriso. L’età che avanza sarebbe vissuta meglio se le donne imparassero a guardare alla bellezza “diversa” (non sfiorita) delle loro mamme e nonne, invece che delle loro figlie adolescenti.
La ricerca questo lo prova benissimo, così come prova che il 20% di chi ricorre al ritocchino chirurgico di solito ha problemi comportamentali ben più gravi, che si risolvono con sedute di psicanalisi e non col bisturi. Anche per questo è compito del chirurgo plastico SERIO rifiutare clienti che non hanno bisogno di modifiche e far capire loro che sono già belle … e magari intervenire solo su quelle donne che davvero hanno difetti enormi, o problemi che causano loro forti disagi. Un seno da rifare dopo l’operazione di un cancro, un naso da sistemare dopo un incidente … sono veri e propri drammi. Il labbro da ventenne sul viso di una cinquantenne, magari, è solo un capriccio in più.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico