Home » Benessere » I guanti chirurgici: esigenza igienica? No, atto d'amore!

I guanti chirurgici: esigenza igienica? No, atto d'amore!

E chi lo avrebbe mai detto? Quei preziosi presidi medici che coprono le mani e evitano a batteri e infezioni di infiltrarsi nelle ferite aperte del paziente e di ucciderlo … non sono nati affatto da una piena consapevolezza di tale protezione igienica, ma per un delicato atto d’amore di un medico verso una giovane infermiera.

E’ il dottor Andrea Favara , dell’Università di Milano, che racconta tutta la storia, certamente sconosciuta ai più, e nata negli Stati Uniti nel 19° secolo, e precisamente nel 1880, in un periodo in cui si operava ancora a mani nude e si discuteva sull’utilità o meno dei guanti … idea che si cominciava a profilare negli ospedali europei ma che non trovava abbastanza consensi e successo da essere applicata. A Baltimora, intanto, il chirurgo William Halsted e la sua equipe operavano quasi ogni giorno fianco a fianco. Tra le infermiere lavorava la bella Caroline, una giovane molto in gamba che aveva colpito il cuore e l’anima del chirurgo.

Egli la teneva sempre al suo fianco e cercava di aiutarla come lei aiutava lui. E quando lei sviluppò una forte dermatite che quasi le impediva di operare, William non potè nemmeno immaginare di portare a termine il suo lavoro senza la sua amata al fianco. Ed ecco che decise di ordinare, a New York, una serie di guanti di gomma fine da poter donare a lei, in modo che proteggesse le proprie mani e potesse ancora stargli accanto durante gli interventi. Da qui si capì la doppia utilità del guanto chirurgico: esso infatti protegge i pazienti dai batteri esterni e i medici da qualsiasi contagio proveniente dai pazienti o dal contatto con sostanze particolari. L’uso dei guanti chirurgici ridusse considerevolmente la mortalità “sotto i ferri”, che nel 1880 era ancora del 50%.

admin

0 Commenti

  1. Una bellissima storia. Cosa non fa l’amore? Riesce anche a salvare vite umane!

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico