Home » Benessere » Come curare le ferite senza lasciare troppi segni

Come curare le ferite senza lasciare troppi segni

Come si curano le ferite? Il taglio da coltello, la ferita da chiodo, l’abrasione da caduta… e simili? Lo sappiamo tutti: lavare bene per togliere le impurità, disinfettare con alcol o acqua ossigenata e coprire con cicatrizzante o con cerotto.

Ma se si vogliono lasciare meno segni possibile sulla pelle risanata, cosa fare? Il dottor De Zanetti, farmacista di Milano e curatore di rubriche della salute su alcune riviste italiane, consiglia pomate a base di un misto di erbe mediche e di primo latte materno (di mucca), come il colostro. Se avete subito una ferita profonda e avete dei punti di sutura, teneteli sempre coperti con garze traspiranti e non bagnateli mai. Quando il taglio sarà perfettamente rimarginato, inumidite la pelle con creme idratanti a base di acido ialuronico. Per abrasioni e ferite da strofinamento in generale, meglio usare prodotti a base di aminoacidi e antibiotici e tenere la ferita coperta con garze facendo sempre in modo che non si attacchino alla pelle.

admin

0 Commenti

  1. visto che si parla di prodotti a base di erbe mediche, anche l’olio di holoil con neem azadiractina e hypericum perforatum va bene?

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico