Home » Benessere » Cardiologia: cuore sano in piscina sana!

Cardiologia: cuore sano in piscina sana!

L’università del Texas ci svela una verità che forse tanti sospettavano ma che nessuno aveva mai avuto il coraggio di provare fino ad oggi: nuotare fa bene, non solo a muscoli e ossa ma anche al cuore, e alla circolazione in generale.

Un esperimento condotto su 43 adulti -con condizioni di vita molto sedentarie e valori pressori alti- ha dimostrato come, dopo un preciso programma di nuoto della durata di 3 mesi (3 volte a settimana, 15-45 minuti per volta), i soggetti vedessero diminuita la pressione sistolica in media di 9 punti. A spiegare cosa è avvenuto sono gli stessi ricercatori, descrivendo gli effetti benefici del nuoto costante e continuato sulla circolazione. In modo particolare sull’arteria carotidea, che diventa più elastica e dunque meno soggetta a problemi come ostruzioni, irrigidimento o occlusioni.

Nuotando molto, ma con un preciso piano controllato da allenatori e medici, inoltre il cuore si allena e si potenzia, si abitua a consumare meno ossigeno e dunque la persona si sente più carica di energie, percepisce meno la stanchezza e mantiene il cuore in forma anche per altre situazioni della vita (stress lavorativo, sforzi vari, emozioni), garantendosi un riparo dalle malattie cardio-vascolari. La cosa migliore è dunque abituare i bambini al nuoto fin da piccoli, così che il cuore cresca sano insieme a loro.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico