Home » Benessere » Psicologia. Metti due cosce a tavola: le donne viste "a pezzi"

Psicologia. Metti due cosce a tavola: le donne viste "a pezzi"

Uno studio inquietante condotto in America (University of Nebraska-Lincoln) ha rivelato un aspetto psicologico della percezione dell’altro che trova differenze fondamentali tra uomo e donna. L’uomo, inteso come maschio, viene percepito come “insieme”, come una persona; la donna, invece, è una “serie di pezzi”.

Se non stiamo parlando di un film dell’orrore, poco ci manca, ma è la verità e i dati scientifici lo dimostrano. L’esperimento condotto dai ricercatori americani ha sottoposto ad alcune visioni di foto e video un gruppo campione di persone. Venivano mostrate diverse decine di immagini di uomini e donne … tutti vestiti, e tutti inquadrati in carrellata dalla testa alle ginocchia, frontalmente. Le persone esaminate ricordavano le singole parti del corpo delle donne meglio del corpo nella sua interezza. Mentre il corpo maschile veniva percepito nel suo insieme globale, senza particolare attenzione per i dettagli.
Un processo cognitivo “locale”, che di solito viene usato dal cervello umano per individuare gli oggetti, le cose inanimate … che vengono percepite come insieme di pezzi montati secondo una certa forma. Se la cosa non vi avesse sconvolti già abbastanza, vi riveliamo inoltre che a percepire il corpo della donna come “pezzi”, come un “oggetto” erano sia gli spettatori che le spettatrici. Dunque anche le donne, tra loro, si osservano come un “assemblaggio”.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, bambini con dislessia vedono in modo speciale

I bambini con dislessia vedono in modo speciale. A sostenerlo sono i risultati di uno ...

Condividi con un amico